Internet e Democrazia: il Centro Nexa alla Biennale Democrazia 2011

print-friendly

biennale

L'edizione 2011 di Biennale della democrazia, che si svolgerà a Torino dal 13 al 17 aprile, dedica ampio spazio al tema "Internet e Democrazia", proponendo una serie di incontri riguardanti Internet e il Web, molti dei quali organizzati, in tutto o in parte, dal Centro Nexa su Internet e Società del Politecnico di Torino.


"Potere del Web, potere nel Web"
Venerdì 15 aprile ore 18, Teatro Gobetti

Il primo di questi incontri vedrà la partecipazione di Juan Carlos De Martin, co-direttore del Centro Nexa, Maurizio Ferraris, docente di Filosofia teorica presso l'Università di Torino e Carlo Infante, presidente e managing director di Urban Experience. A partire dai rivolgimenti che si sono scatenati in diversi Paesi del Nord Africa, i relatori discuteranno dell'immenso potere della Rete nel sostenere i movimenti di natura democratica: un potere che tuttavia resta permeabile ad interessi economici e commerciali. Coordina l'incontro Luca Tremolada, giornalista de Il Sole 24 Ore.


Lectio Magistralis di Lawrence Lessig
"Alla luce del Sole. La natura della corruzione del congresso USA"
Sabato 16 aprile ore 16.30, Teatro Carignano

Il keynote del Prof. Lawrence Lessig, docente presso la Harvard Law School e fondatore di Creative Commons, verterà sulle motivazioni legate alla dipendenza dai grandi poteri economici a cui la classe politica americana deve sottostare. Attualmente, un parlamentare statunitense spende dal 30 al 60% del proprio tempo alla ricerca di fondi: soltanto il denaro, infatti, consente di ottenere l'attenzione dei rappresentanti. Come invertire questa tendenza? Dando a ogni singolo cittadino la possibilità di sostenere economicamente il candidato di sua scelta e aumentando la trasparenza sulle fonti di finanziamento dei parlamentari.


"Internet e Democrazia"
Discussione dopo il keynote di Lawrence Lessig, Teatro Carignano (Sala delle Colonne)

Oltre a Lawrence Lessig, il workshop vedrà la partecipazione di Amelia Andersdotter, la più giovane europarlamentare della storia, eletta nelle liste del PiratPartiet (Partito Pirata) svedese, Andrea Rossetti, docente di Filosofia del diritto e Informatica giuridica all'Università Milano-Bicocca, coordinati da Juan Carlos De Martin. Benché la Rete abbia cambiato profondamente le nostre democrazie, consentendo l'espansione della libertà di espressione e di informazione e creando nuove possibilità di mobilitazione, rimane la sfida più grande: come immettere, grazie a Internet, nuove energie nell'esausto meccanismo della democrazia rappresentativa?


"Open Data / Open Democracy. Idee e tecnologie per la democrazia"
Domenica 17 aprile ore 11, Cavallerizza Reale

Durante l'incontro verranno presentati i progetti finalisti del Torino Open Data Contest, iniziativa della Città di Torino, del Centro Nexa e del CSI Piemonte, resa possibile dall'Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino e dal consorzio TOP-IX. A tal proposito, verrà discussa l'inedita alleanza tra pubbliche amministrazioni, creativi e informatici per sviluppare applicazioni e servizi per il cittadino a partire dalla miniera d'oro informativa che sono i dati pubblici. A questo appuntamento parteciperanno Gianfranco Balbo, Presidente del Comitato Tecnico Scientifico del CSI Piemonte, Juan Carlos De Martin, Riccardo Luna, direttore di Wired, Federico Morando, Managing Director del Centro Nexa, Luca Morena, redattore della Rivista di Estetica ed advisory editor del Monist e Andrea Rossetti.


Amelia Andersdotter dialoga con Anna Masera
"PiratPartiet. I partiti politici e il Web"
Domenica 17 aprile ore 16.30, Teatro Carignano

Anna Masera, caporedattore de La Stampa.it e blogger del Guardian, incontra Amelia Andersdotter: attraverso le parole della più giovane deputata del Parlamento europeo, il racconto di come un movimento che nasce e viaggia sulla Rete può influenzare le democrazie moderne. Alle elezioni europee del 2009, il PiratPartiet ottiene in Svezia il 7,1% dei voti. Il suo intento politico principale è modificare il copyright, troppo sbilanciato in favore dello sfruttamento economico a scapito dello sviluppo culturale.


Sempre sul tema di Internet/Web si segnalano inoltre i seguenti altri appuntamenti di Biennale Democrazia:

I workshop a iscrizione dedicati a "Web, giornali e Tv. Come difendersi", che si svolgeranno presso la Sala Rossa del Circolo dei Lettori e si articoleranno come segue:

- venerdì 15 aprile ore 10: "Il Web", con Peter Gomez
- sabato 16 aprile ore 10: "I giornali", con Riccardo Staglianò
- domenica 17 aprile ore 10: "La Tv", con Giancarlo Bosetti

Si segnalano inoltre:

- "I lavoratori della conoscenza", Dunia Astrologo incontra Riccardo Luna, sabato 16 aprile ore 14.30 presso la Sala Grande del Circolo dei Lettori
- "Beni incalcolabili: re-immaginare il nostro futuro tecnologico", con Sheila Jasanoff, sabato 16 aprile ore 16.30 presso la Sala Congressi Intesa Sampaolo
- "Le forme della memoria", con Umberto Eco, introduce Gustavo Zagrebelsky, sabato 16 aprile ore 17.30 presso il Teatro Regio

Scarica la versione PDF del comunicato.