99° Mercoledì di Nexa - Capire la diffusione delle bufale e se e' possibile contrastarle: un approccio computazionale

Per il ciclo di incontri “i Mercoledì di Nexa” (ogni 2° mercoledì del mese)
99° Mercoledì di Nexa

Capire la diffusione delle bufale

e se è possibile contrastarle:

un approccio computazionale

Giancarlo Ruffo (Università degli Studi di Torino)

Mercoledì 12 luglio 2017 ore 18 in punto
(termine: ore 20)

Centro Nexa su Internet e Società
Politecnico di Torino, Via Boggio 65/a, Torino (1° piano)
Come raggiungerci: scarica la mappa in PDF (464 KB) o vai alla nostra pagina dei contatti.

Giancarlo Ruffo
La diffusione della disinformazione per mezzo degli strumenti di comunicazione tradizionali e più avanzati quali i social media è stata negli ultimi tempi un importante soggetto di dibattito politico.
Nello stesso tempo il fenomeno della diffusione di informazioni false o scarsamente attendibili è un argomento di discussione scientifica ugualmente accattivante, anche se l'obiettivo primario nella comunità degli studiosi è capire il fenomeno prima di saltare a conclusioni e a soluzioni che potrebbero rivelarsi peggiori del problema stesso.
Per questo motivo, la letteratura negli ultimi anni ha investigato il problema con un certo grado di approfondimento, spesso proponendo modelli matematici e computazionali che consentissero di rappresentare adeguatamente il fenomeno e di valutarne gli effetti per mezzo di adeguati strumenti simulativi, eventualmente confermati empiricamente grazie ai dati a disposizione.

I risultati che saranno presentati durante il seminario sono frutto di un lavoro iniziato più di tre anni fa e che è partito dallo studio di una letteratura molto ampia che spazia dall'informatica alla fisica, dalla psicologia alle scienze sociali. L'attività si è basata su tecniche diverse che si sono consolidate negli ambiti del machine learning, del data mining, della network science, e così via.
In particolare, la ricerca si è concentrata sulla modellazione, la simulazione e la validazione su dati concreti delle dinamiche relative all'antidoto più famoso contro la proliferazione delle bufale: la verifica dei fatti e la loro diffusione. La domanda principale al quale si è iniziato a dare una risposta è se, come e quando, la verifica delle informazioni possa effettivamente limitare la diffusione delle cosiddette bufale.
La ricerca è stata condotta dalla dr.ssa Marcella Tambuscio e dal Prof. Giancarlo Ruffo, in collaborazione con il laboratorio CNETS (Center for Complex Network and Systems Research, Indiana University), e in particolare con Filippo Menczer, Alessandro Flammini e Giovanni Luca Ciampaglia.


Biografia:

Giancarlo Ruffo, Ph.D, è Prof. Associato di Informatica presso l'Università degli Studi di Torino dal 2006, e "Adjunct Professor" presso la "Schools of Informatics and Computing" dell'Indiana University dal 2011. Nel 2015 è stato nominato ISI fellow dalla Fondazione ISI. Si occupa di Scienze Sociali Computazionali e di Scienza delle Reti, ed in particolare di diffusione della disinformazione, di polarizzazione delle opinioni nei social media e di visualizzazione dei dati.

Letture consigliate e link utili:

  • David Lazer, Alex Sandy Pentland, Lada Adamic, Sinan Aral, Albert Las- zlo Barabasi, Devon Brewer, Nicholas Christakis, Noshir Contractor, James Fowler, Myron Gutmann, et al. Life in the network: the coming age of com- putational social science. Science, (New York, NY), 323(5915):721, 2009.
  • World Economic Forum, Digital wildfires in a hyperconnected world, 2013. [Online; ac- cessed 06-December-2016].
  • Michela Del Vicario, Alessandro Bessi, Fabiana Zollo, Fabio Petroni, Antonio Scala, Guido Caldarelli, H. Eugene Stanley, and Walter Quattrociocchi, The spreading of misinformation online. Proceedings of the National Academy of Sciences, 2016.
  • Jacob Ratkiewicz, Michael Conover, Mark Meiss, Bruno Goncalves, Snehal Patil, Alessandro Flammini, and Filippo Menczer, Truthy: mapping the spread of astroturf in microblog streams, in Proceedings of the 20th international conference companion on World wide web, pages 249–252. ACM, 2011.
  • Giovanni Luca Ciampaglia, Prashant Shiralkar, Luis M Rocha, Johan Bollen, Filippo Menczer, and Alessandro Flammin, Computational fact checking from knowledge networks, PloS one, 10(6):e0128193, 2015.
  • Marcella Tambuscio, Diego FM Oliveira, Giovanni Luca Ciampaglia, and Giancarlo Ruffo, Network segregation in a model of misinformation and fact checking,arXiv preprint arXiv:1610.04170, 2016.
  • Marcella Tambuscio, Giancarlo Ruffo, Alessandro Flammini, and Filippo Menczer, Fact-checking effect on viral hoaxes: A model of misinformation spread in social networks, in Proceedings of the 24th International Conference on World Wide Web Companion, pages 977–982. International World Wide Web Conferences Steering Committee, 2015.






Che cosa sono il Centro Nexa e i cicli di incontri “Mercoledì di Nexa” e “Nexa Lunch Seminar”:

Il Centro Nexa su Internet & Società del Politecnico di Torino (Dipartimento di Automatica e Informatica) è un centro di ricerca indipendente e interdisciplinare che studia Internet e il suo effetto sulla società. Maggiori informazioni all'indirizzo: http://nexa.polito.it/about.

Durante i “Mercoledì di Nexa”, che si tengono ogni 2° mercoledì del mese alle ore 18 in punto, il Centro Nexa su Internet e Società apre le sue porte non solo agli esperti e a tutti coloro i quali lavorano con Internet, ma anche a semplici appassionati e cittadini. Il ciclo di incontri intende approfondire, con un linguaggio preciso ma divulgativo, i temi legati alla Rete: motori di ricerca, Creative Commons, social networks, open source/software libero, neutralità della rete, libertà di espressione, privacy, file sharing, big e open data, smart cities e molto altro.

Al centro di quasi tutti gli incontri un ospite pronto a dialogare con i direttori del Centro Nexa, il Prof. Juan Carlos De Martin del Politecnico di Torino e il Prof. Marco Ricolfi dell'Università di Torino, nonché lo staff e i Fellows del Centro Nexa.

Maggiori informazioni sui Mercoledì di Nexa, incluso un elenco di tutti i “Mercoledì” passati, sono disponibili all'indirizzo: http://nexa.polito.it/mercoledi.

Si segnala inoltre che dal maggio 2012 ogni 4° mercoledì del mese dalle ore 13 alle ore 14 il Centro Nexa organizza anche i "Nexa Lunch Seminar". Una lista di tutti i “Lunch Seminar” passati è disponibile all'indirizzo: http://nexa.polito.it/lunch-seminars.

Per restare aggiornati sulle attività del Centro Nexa su Internet & Società, seguiteci su:

- Twitter: @nexacenter
- Facebook: http://facebook.com/nexa.center
- Mailing list degli annunci Nexa: https://server-nexa.polito.it/cgi-bin/mailman/listinfo/nexa-announce