37° Mercoledì di Nexa - Urban Sensing, la vita delle città in tempo reale

print-friendly

iaconesi37° Mercoledì di Nexa
Mercoledì 14 dicembre 2011, ore 18-20
Via Boggio 65/a, Torino (primo piano)
Ingresso libero

Le strategie di pianificazione ed evoluzione delle città possono beneficiare, ad oggi, dell'uso di nuove sorgenti di informazione in tempo reale che rendono accessibili le emozioni, le progettualità, le tensioni e le attenzioni espresse attraverso basi di dati aperte, conversazioni online, e sistemi di publishing ubiquo. Di questi temi discuterà Salvatore Iaconesi, ingegnere e interaction designer, con il contributo di Simone Arcagni, ricercatore presso l’Università degli Studi di Palermo, assieme ai Nexiani e a tutti coloro i quali avranno piacere di intervenire nel dibattito.

Lo sfruttamento dei dati, tenendo conto di elementi fondamentali quali l'interoperabilità e l'adozione di formati aperti, rappresenta dunque un tassello fondamentale per migliorare le nostre città, partendo dalle proposte dei cittadini e avvalendosi di strumenti per il monitoraggio. Occorrono, in primo luogo, mezzi per il cosiddetto social network conversation harvesting, ovvero l'ascolto in tempo reale delle conversazioni sui social network da cui emergono osservazioni e dibattiti sulla città. Il passo successivo consiste nel creare vere e proprie "reti di sensibilità" (sensing networks) attraverso l'uso di sensori capaci di misurare grandezze ecologiche ed ecosistemiche.

E' possibile mettere in pratica modalità di osservazione della città capaci di trasformare in uno strumento concreto le narrative stratificate secondo le strategie che cittadini, organizzazioni e imprese attuano sul territorio (ubiquitous anthropology). E su tali basi realizzare "sistemi esperti disseminati" che coagulino l'intelligence diffusa rappresentata dai contributi di una molteplicità di soggetti per creare un framework di elaborazione delle informazioni che, in tempo reale, si materializzano nelle città.

In questo contesto, l'uso dell'infoestetica come mezzo per attuare modalità radicali di accessibilità dell'informazione va in parallelo all'evoluzione del concetto di user generated engine. Attraverso di essi è possibile immaginare scenari di trasformazione del concetto di cittadinanza, mirando a visioni del cittadino quale agente consapevole e attivo che prende parte a un multi-sistema di conoscenza ubiqua in tempo reale.

Scarica la versione PDF del comunicato.
Scarica le slide della presentazione di Simone Arcagni in formato PDF.

Biografie:

Salvatore Iaconesi è ingegnere, interaction designer, artista e consulente strategico per diverse organizzazioni. Si occupa di sistemi esperti, sistemi strategici territoriali, progettazione di servizi e processi di innovazione radicale, sistemi in realtime per la cattura, l'elaborazione e la visualizzazione di dati a livello planetario per diverse organizzazioni. Ha sviluppato nel corso degli anni più di 500 progetti per operatori come le Nazioni Unite, Nokia, H3G, NttDoCoMo, General Electric, Sony-Ericsson, Smart Telecommunications, IBM, Telecom Italia e molti altri.

Attualmente insegna Interaction Design, Progettazione di sistemi multimediali e Design Cross Mediale a Roma, Firenze e Londra. E' attualmente presidente e direttore artistico di FakePress Publishing, una casa editoriale che si occupa di pratiche di editoria ubiqua. Salvatore svolge attività di ricerca e divulgazione scientifica e collabora con laboratori ed organizzazioni in Italia, UK, USA, Brasile, Finlandia e Slovenia. I suoi progetti artistici, focalizzati sull'analisi della mutazione dell'essere umano con l'ampia ed ubiqua accessibilità di reti e tecnologie, sono esposti in tutto il mondo.

Simone Arcagni è ricercatore in “Cinema, Televisione e Fotografia” presso l’Università degli Studi di Palermo. Docente preso la NABA di Milano. Studioso e critico cinematografico, collabora con diverse riviste e giornali tra cui "Nòva - Il Sole 24 Ore", “XL – Repubblica”, “Oxygen”, "Close-up", “Segnocinema”, “Tutto Digitale", “Bianco & Nero”, “Imago”, “I Quaderni del CSCI” e tiene un suo blog (“Postcinema”) sul sito "Nòva 100" del "Sole 24 Ore".

Consulente editoriale per le Edizioni Kaplan, dirige la collana di libri “One PM”, è consulente della View Conference e di Share Festival. Tra le sue pubblicazioni recenti: Music Video (con Alessandro Amaducci), Oltre il cinema – Metropoli e media e la curatela di volumi e numeri monografici, in particolare su cinema e web, cinema digitale e nuovi media.

Link di riferimento:

Art is Open Source

FakePress Publishing

Letture consigliate:

Kozareva, Z. et al. (2007), Combining data-driven systems for improving Named Entity Recognition, Data Knowl. Eng., vol. 61, pp. 449-466

Lynch, K. (1961), The Image of the City, Harvard-MIT Joint Center for Urban Studies Series

Mehta, V. (2007) , Lively Streets : Determining Environmental Characteristics to Support Social Behavior, Journal of Planning Education and Research

Outram, C. (2008), City Sense, Constructing an Image of the City through GEO-tagged data on the web, Theory of City Form 4.214J

Ritter, A., et al. (2011), Named Entity Recognition in Tweets: An Experimental Study, Conference on Empirical Methods in Natural Language Processing, Edinburgh, Scotland, UK