40° Nexa Lunch Seminar - OER, MOOCs e oltre: una panoramica del movimento Open Education

print-friendly
Per il ciclo di incontri “i Nexa Lunch Seminar” (ogni 4° mercoledì del mese)
40° Nexa Lunch Seminar

OER, MOOCs e oltre: una panoramica

del movimento Open Education

Fabio Nascimbeni (Universidad Internacional de la Rioja - Spagna)

Mercoledì 27 aprile 2016 ore 13 in punto
(termine: ore 14)

Centro Nexa su Internet e Società
Politecnico di Torino, Via Boggio 65/a, Torino (1° piano)
Ingresso libero fino a esaurimento posti
Saranno disponibili panini e bibite per coloro che si saranno registrati su
http://lunch40.eventbrite.com/ entro il 25 aprile
Come raggiungerci: scarica la mappa in PDF (464 KB) o vai alla nostra pagina dei contatti.

Fabio NascimbeniLa “cultura open” sta entrando prepotentemente nel settore dell’educazione, dalla scuola all’università, dall’apprendimento formale a quello informale, e il movimento “Open Education” sta crescendo, raggiungendo importanti obiettivi ed affrontando nuove sfide.

Nel 2002, l’UNESCO ha coniato il termine Open educational resources (OER), durante un forum organizzato per esaminare il potenziale per i paesi in via di sviluppo dell'iniziativa dell MIT che aveva iniziato alcuni anni prima a rendere disponibili alcuni materiali didattici on line con licenze aperte.

Da allora, soprattutto grazie all’avvento del Web 2.0 che facilita la creazione di contenuti da parte di utenti e di comunità di apprendimento, le iniziative legate all’Open Education si sono moltiplicate e le OER sono ormai un fenomeno accettato e riconosciuto a livello didattico, anche se la reale implementazione varia da paese a paese, e da istituzione a istituzione.

Dal 2012 il fenomeno Open Education ha attratto molta attenzione mediatica grazie alla creazione dei primi MOOCs, Massive Online Open Courses, corsi aperti che possono raggiungere migliaia di studenti attraverso il web, e da allora un gran numero di università ha iniziato a offrire corsi di questo tipo attraverso piattaforme, spesso private, come Coursera o EdX.

Martin Weller, uno dei più acuti osservatori del fenomeno OER, sostiene che l’Open ha vinto la battaglia, ed è ora il momento di consolidare le posizioni e di sviluppare strategie che permettano a questa vittoria di cambiare realmente i sistemi educativi e formativi, aumentando la qualità, riducendo i costi a carico degli studenti e ampliando l’accesso all’educazione.

Il dibattito è aperto, sia a livello internazionale, dove spicca il lavoro dell’Open Education Consortium originato dallo stesso MIT, sia nazionale, dove ogni paese si sta dotando di una strategia più o meno chiara per affrontare la sfida dell’Open Education.

Biografia:

Fabio Nascimbeni, economista e dottore di ricerca in Information and Knowledge Society, è professore associato all’Universidad Internacional de la Rioja (Spagna), e collabora con il Centro de Estudos sobre Sociedade e Tecnologia dell’Universidade de Sao Paulo (Brasile) e con l’Università Libera di Bruxelles (Belgio). Si occupa dal 1998 di ricerca e innovazione nel campo dell’eLearning e dell’Open Education, e ha lavorato in Europa, America Latina e Asia, coordinando oltre 40 progetti europei e internazionali. E’ membro del Comitato Esecutivo della rete EDEN – European Distance and eLearning Network, così come di vari comitati scientifici a livello nazionale ed internazionale.

Letture consigliate e link utili:

Scarica la versione PDF del comunicato Nexa.

Foto dell'incontro:

40° Nexa Lunch Seminar - OER, MOOCs e oltre: una panoramica del movimento Open Education 40° Nexa Lunch Seminar - OER, MOOCs e oltre: una panoramica del movimento Open Education 40° Nexa Lunch Seminar - OER, MOOCs e oltre: una panoramica del movimento Open Education

Video dell'incontro:





IL PROSSIMO MERCOLEDI' DI NEXA:
Mercoledì 11 maggio 2016, ore 18
Tema: "The nexus between New Media and Gender Empowerment"
Ospite dell'incontro Elena Pavan (Fellow del Centro Nexa)

IL PROSSIMO NEXA LUNCH SEMINAR:
mercoledì 25 maggio 2016, ore 13
Tema: "In via di definizione"



Che cosa sono il Centro Nexa e i cicli di incontri “Mercoledì di Nexa” e “Nexa Lunch Seminar”:

Il Centro Nexa su Internet & Società del Politecnico di Torino (Dipartimento di Automatica e Informatica) è un centro di ricerca indipendente e interdisciplinare che studia Internet e il suo effetto sulla società. Maggiori informazioni all'indirizzo: http://nexa.polito.it/about.

Durante i “Mercoledì di Nexa”, che si tengono ogni 2° mercoledì del mese alle ore 18 in punto, il Centro Nexa su Internet e Società apre le sue porte non solo agli esperti e a tutti coloro i quali lavorano con Internet, ma anche a semplici appassionati e cittadini. Il ciclo di incontri intende approfondire, con un linguaggio preciso ma divulgativo, i temi legati alla Rete: motori di ricerca, Creative Commons, social networks, open source/software libero, neutralità della rete, libertà di espressione, privacy, file sharing, big e open data, smart cities e molto altro.

Al centro di quasi tutti gli incontri un ospite pronto a dialogare con i direttori del Centro Nexa, il Prof. Juan Carlos De Martin del Politecnico di Torino e il Prof. Marco Ricolfi dell'Università di Torino, nonché lo staff e i Fellows del Centro Nexa.

Maggiori informazioni sui Mercoledì di Nexa, incluso un elenco di tutti i “Mercoledì” passati, sono disponibili all'indirizzo: http://nexa.polito.it/mercoledi.

Si segnala inoltre che dal maggio 2012 ogni 4° mercoledì del mese dalle ore 13 alle ore 14 il Centro Nexa organizza anche i "Nexa Lunch Seminar". Una lista di tutti i “Lunch Seminar” passati è disponibile all'indirizzo: http://nexa.polito.it/lunch-seminars.

Per restare aggiornati sulle attività del Centro Nexa su Internet & Società, seguiteci su:

- Twitter: @nexacenter
- Facebook: http://facebook.com/nexa.center
- Mailing list degli annunci Nexa: https://server-nexa.polito.it/cgi-bin/mailman/listinfo/nexa-announce