L’EduHackathon al Politecnico di Torino sarà online!

print-friendly

L’EduHackathon al Politecnico di Torino sarà online!


eduhackathonNell’ambito del progetto Erasmus+ EduHack il Centro Nexa su Internet e Società del Politecnico di Torino ha organizzato per il prossimo 27 e 28 aprile il primo EduHackathon italiano, ultima tappa del percorso di formazione pilota che ha visto protagonisti 40 fra professori e ricercatori universitari provenienti, oltre che dal Politecnico di Torino, dall’Università di Genova e dall’Università eCampus, entrambi membri del Network del progetto.

L’EduHackathon, che si sarebbe dovuto svolgere in presenza lo scorso 24 marzo, e che è stato rimandato a causa dell’emergenza Covid-19, si terrà interamente in modalità online, sperimentando così una formula di evento partecipativo a distanza a cui prenderanno parte 20 docenti che hanno collaborato attivamente al progetto.

I docenti coinvolti, dopo aver concluso le attività del corso online EduHack, hanno infatti lavorato all'elaborazione di alcune idee finalizzate alla creazione di progetti per il miglioramento dell’attività di insegnamento e apprendimento in ambienti digitali. Dopo aver selezionato le cinque idee da sviluppare in forma di progetto, si sono quindi formati cinque gruppi di lavoro, uno per ogni idea.

Durante l'EduHackathon, il cui programma è disponibile qui, ogni gruppo avrà a disposizione una propria aula virtuale in cui potrà lavorare allo sviluppo “su carta” del progetto, coadiuvato da un facilitatore, che fornirà supporto in merito agli aspetti tecnici e metodologici. L’idea di progetto sarà infine presentata a tutti i partecipanti all’EduHackathon, a conclusione del percorso.

Per tenersi aggiornati sugli sviluppi del progetto è possibile visitare questa pagina.

Per informazioni e approfondimenti scrivere a: polito@eduhack.eu

Edu-Hack, progetto co-finanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea, è un percorso di educazione destinato ai docenti universitari che desiderano imparare a utilizzare gli strumenti digitali per produrre nuove esperienze formative, sperimentando strumenti e approcci innovativi. In questa prospettiva Edu-Hack incoraggia a usare l’Open Web e a riutilizzare e produrre risorse educative aperte e accessibili, promuove la collaborazione, la condivisione dell’esperienza, l’interazione con gli altri, fuori e dentro la sua comunità.