Creative Commons compie 10 anni: vieni a spegnere le candeline CC

print-friendly

Domenica 16 dicembre,
dalle ore 18,30

Blah Blah, Via Po 21 - Torino (mappa)

L'ingresso è libero

La serata sarà trasmessa in diretta su
Radio Flash 97.6

cc-10

Questo dicembre ricorrono i dieci anni di attività di Creative Commons.

Domenica 16 dicembre, dalle ore 18,30 al Blah Blah, (Via Po 21, Torino) festeggiamo con una serata tutta dedicata al mondo delle Licenze Libere.

IL PROGRAMMA DELLA SERATA

Dalle 18,30 alle 19,30


Saluti e introduzione
Juan Carlos De Martin - Lead Creative Commons Italia

Tavola rotonda: Produrre e Distribuire in Creative Commons

Moderatore: Dario Castelletti – Radio Flash

Intervengono:

  • Simona Lodi - Founder and art director of the Share Festival, Share Prize and Action Sharing, art critic and curator;
  • Mariano Equizi - filmaker, visual designer e regista;
  • Davide Suppo (Cyberdread, producer) - Aba Made Sound;
  • Federico Morando - Creative Commons Italia


    • Dalle 19,30

      Aperitivo e torta di compleanno

      Dalle 21 si esibiranno sul palco del Blah Blah i gruppi selezionati dalla Call4Partecipation lanciata da Creative Commons Italia per la serata:

      • Boom Boom Beckett: Delicate melodie jazz e frizzanti momenti di bossa;
      • rev rev rev: rock alternativo degli anni 80, aperture psichedeliche, senza però mai perdere di vista il formato canzone;
      • Aba Made Sound: elementi di afrobeat, house e dub per creare una miscela energica e trascinante di "Nu Afrobeat”

      A seguire DJset, rigorosamente con musica CC a cura di Giorgio Valletta.

      Inoltre, durante la serata saranno esposte le opere fotografiche vincitrici del concorso Wiki Loves Monument 2012.

Cosa è Creative Commons

Creative Commons è un'organizzazione no-profit fondata nel 2001 da Lawrence Lessig con sede a San Francisco, che sviluppa, supporta e sovrintende alle infrastrutture tecniche e giuridiche in grado di massimizzare la creatività, la condivisione e l'innovazione, in particolare online. Per favorire il ricorso creativo a opere di ingegno altrui, nel pieno rispetto delle leggi esistenti, Creative Commons offre diverse articolazioni dei diritti d'autore per artisti, giornalisti, docenti, istituzioni e, in genere, creatori che desiderino condividere in maniera ampia le proprie opere. Diventa così possibile, senza essere esperti giuristi, adottare un modello "alcuni diritti riservati", contrapposto alla rigida protezione "tutti i diritti riservati" offerta automaticamente dal diritto d'autore.

Cosa è Creative Commons Italia

Creative Commons Italia (CCIT) è il gruppo di lavoro italiano affiliato a Creative Commons e parte del progetto CC Affiliate Network. Il gruppo di lavoro volontario è formato da giuristi, tecnologi ed altri esperti, che sin dal 2003 si occupano della traduzione italiana delle licenze Creative Commons e soprattutto del loro adattamento al sistema giuridico nazionale. Il gruppo di lavoro è coordinato dal Centro Nexa su Internet & Società del Politecnico di Torino (DAUIN), che ospita e gestisce anche il sito e le mailing list di CCIT. Con il supporto della community dei "commoners" italiani, il Centro Nexa organizza anche iniziative di divulgazione e socializzazione, come gli incontri CCIT e i Creative Commons Party.

I prossimi incontri organizzati dal Centro Nexa sono disponibili nel nostro calendario all'indirizzo http://nexa.polito.it/events

Vieni ai nostri "Mercoledi'", "Lunch Seminar" e conferenze annuali, iscriviti alle nostre mailing lists, esplora i nostri corsi, leggi le nostre letture consigliate, seguici su Facebook o Twitter, visita il nostro canale YouTube, controlla le nostre offerte di lavoro e stage.

Estratto audio di Flash Town del 14/12/2012: I 10 anni di Creative Commons


Audio della diretta di Radio Flash 97.6: Tavola rotonda: Produrre e Distribuire in Creative Commons


Le foto della festa per i 10 anni di Creative Common