Conferenza Nexa su Internet & Società 2010

print-frend

La seconda conferenza Nexa su Internet & Società, tenutasi sabato 27 novembre 2010 presso la Galleria d'Arte Moderna di Torino, è stata un momento di discussione, da diversi punti di vista, sul tema della libertà di espressione e di informazione online in Italia. I ricercatori e i fellows del Centro Nexa ne hanno parlato con esperti, policy makers, professionisti, appassionati e semplici cittadini.

L'incontro ha incluso anche CCIT2010, una sessione sullo stato di Creative Commons in Italia, riprendendo la tradizione degli incontri annuali CC-IT.


Benvenuto di Juan Carlos De Martin, co-direttore del Centro Nexa.

Keynote speech: prof. Michele Polo: Una prospettiva economica sulla libertà di espressione in Italia
La lezione magistrale del professor Michele Polo (Università Bocconi) ha dato il via alla conferenza. Il prof. Polo è autore di numerose pubblicazioni accademiche su temi legati al pluralismo nel mercato dei media, nonché (tra gli altri) del libro "Notizie S.p.A." (Laterza, 2010).







Libertà di espressione Online in Italia
Speakers: Andrea Cairola e Corrado Druetta
Discussants: Olga Piscitelli e Philippe Aigrain
La sessione è partita dalla presentazione del Libro bianco sulla libertà di espressione online in Italia (si veda anche la descrizione del progetto disponibile online), per poi raccogliere i feedback di due discussant d'eccezione: Olga Piscitelli, giornalista de L’Espresso (e che ha collaborato con La Stampa, la Repubblica e ilNuovo.it) e Philippe Aigrain, ricercatore, imprenditore ed attivista francese, che porterà una prospettiva focalizzata sui cambiamenti che un mondo di comunicazione molti-a-tutti porta per il concetto di libertà di espressione. Attualmente collabora al settimanale.

Introduzione alla sessione poster
Speakers: Silvia Bisi, Simone Basso, Thomas Margoni, Federico Morando
I responsabili dei vari poster della sessione successiva introducono rapidamente i temi di cui discuteranno.

Creative Commons Italia 2010 (CCIT2010)
Chair: Federico Morando
CCIT2010 è una sessione (plenaria) sullo stato di Creative Commons in Italia.

Il punto sulle licenze CC 3.0: le clausole difficili, legge applicabile e banche dati
Speaker: Massimo Travostino
L'Avv. Travostino fail punto sulle licenze Creative Commons 3.0, in procinto di essere lanciate anche nella loro versione italiana. L'intervento si concentrerà sui punti più complessi e discussi relativi all'adattamento nazionale delle licenze: i rispettivi ruoli delle licenze internazionali (o "unported") e nazionali ed il trattamento delle banche di dati (date direttamente in licenza o incluse nell'opera licenziata).

Creative Commons e gestione collettiva: il gruppo di lavoro CC-IT / SIAE
Speakers: Deborah De Angelis; Ermanno Pandoli; Marco Ricolfi
L'avv. Deborah De Angelis introduceil tema e descrive i punti affrontati e i principali risultati del tavolo di lavoro congiunto tra il gruppo di lavoro di Creative Commons Italia e SIAE. Il dott. Ermanno Pandoli descrive l'esperienza di uno dei gruppi italiani di successo che hanno sperimentato direttamente la difficile convivenza tra licenze libere di diritto d'autore e gestione collettiva. Il prof. Marco Ricolfi si fa portavoce del punto di vista delle società di gestione collettiva in questo dibattito.

Creative Commons e progetti editoriali: La Città di Asterix
Speakers: Carlotta Mismetti Capua e Deborah De Angelis
L'autrice, Carlotta Mismetti Capua, racconta la genesi de La Città di Asterix e la coerenza del proprio approccio alla scrittura rispetto all'applicazione di una licenza Creative Commons (CC ND NC plus). L'Avv. Deborah De Angelis descrive il processo che ha porterà all'apposizione della licenza anche sulla copia del romanzo data alla stampe da Piemme (Gruppo Mondadori).

Creative Commons e progetti educativi
Speakers: Antonio Bernardo
Il Prof. Antonio Bernardo di Matematicamente illustra il progetto "Matematica C3", manuale di matematica per la scuola secondaria, per tutto il percorso scolastico e per ogni tipologia di scuola, scritto in forma collaborativa e con licenza Creative Commons.

Conclusioni – Fino all'anno prossimo
Conclusioni di Marco Ricolfi, co-direttore del Centro Nexa.


Qui è possibile leggere una breve presentazione biografica dei relatori.