“Più di cinquanta anni di storia di un grande amore”

print-frend

Prof. Meo

Lectio Magistralis del Prof. Angelo Raffaele Meo

Lunedì 26 gennaio 2015, ore 11-13
Politecnico di Torino
Dipartimento di Automatica e Informatica
Corso Castelfidardo 34 - Torino, Sala Riunioni, 5° piano
Ingresso libero

La storia personale di un grande amore - l'informatica - sarà raccontata insieme a una storia nazionale, ben più importante, ma molto triste per ignoranza, illusioni e tradimenti”.

Angelo Raffaele Meo, decano degli informatici italiani, professore emerito del Politecnico di Torino, dialogherà con i presenti sul futuro dell'informatica.


Video della Lectio Magistralis del Prof. Meo




Le foto della Lectio Magistralis del Prof. Meo sono disponibili su Flickr.

Scarica la versione PDF delle slide del Prof. Meo.



Biografia:
Angelo Raffaele Meo è professore emerito di Informatica presso il Politecnico di Torino, dove iniziò a insegnare nel 1970. Il prof. Meo ha coordinato numerosi progetti di ricerca nazionali, accademici e industriali, in ambito informatico. E' stato direttore del Centro per l'Elaborazione Numerale dei Segnali (CENS) del CNR, direttore del “Progetto Finalizzato Informatica” (1979-1985) e direttore scientifico del Centro di Supercalcolo Piemonte (CSP, 1991-1996). Nel 2002 è stato chiamato a presiedere da Lucio Stanca, Ministro per l'Innovazione e le Tecnologie, una Commissione con il compito di promuovere l'open source nella Pubblica Amministrazione italiana, incarico che ha poi di nuovo ricoperto nel 2007 per conto di Luigi Nicolais, Ministro per le Innovazioni e le Riforme nella Pubblica Amministrazione. Il prof. Meo è stato il presidente dell’Accademia delle Scienze di Torino (2006-2009). E' autore di più di cento articoli scientifici sulla teoria di commutazione, progettazione hardware, elaborazione dei segnali, analisi e sintesi vocale e riconoscimento di 'pattern'. Il Prof. Meo è membro del Comitato dei Garanti del Centro Nexa su Internet & Società del Politecnico di Torino.

Letture consigliate e link utili:

Scarica la versione PDF della locandina dell'incontro.